Si riparte! Diete, fitness…ed altre amenità!

Come ogni anno a fine estate mi sento in dovere di buttarmi nei nuovi propositi, manco fosse Capodanno. Questo perchè la mia routine da studentessa prima e da docente poi mi ha sempre portata a pensare a settembre come l’inizio vero e proprio del mio anno.
I docenti e gli studenti molto probabilmente sono le uniche categorie che vivono la fine dell’estate davvero come una piccola tragedia, il momento in cui la vana illusione di avere una vita oltre il lavoro, fomentata dai due mesi di riposo, viene inevitabilmente meno.
Che fare? Perchè non riempirsi di terribili propositi, primi fra tutti dieta e palestra?
Già, perchè le tante, troppe birre che hanno accompagnato le mie serate estive nonchè le mie polente con formaggio alla piastra fagocitate in montagna hanno avuto influssi inquietanti sul mio fisico. Ed eccomi quindi alla cronaca della mia nuova vita senza calorie ma con tanta fatica ad aspettarmi.

Al primo giorno di palestra vengo accolta da una scena raccapricciante. Un’anziana signora scivolata nella doccia viene portata via in barella.
Andiamo bene – ho pensato.
Titubante ho comunque ritirato il mio badge e mi sono avviata con finta sicurezza verso l’entrata. Non sapendo dove inserire il badge, ho forzato il cancelletto (che genio!), facendo ovviamente suonare l’allarme.
Questo è stato il mio esordio.

Ed eccomi quindi negli spogliatoi. Almeno gli armadietti li so gestire, ho anche portato il lucchetto recuperato dalla mia vecchia borsa della piscina (perchè sì, ho avuto per anni una borsa della piscina senza andarci pressoché mai) che, incredibilmente, funziona ancora.

wp_20160905_11_49_36_pro

Dopodiché faccio il mio ingresso nella sala pesi. Attrezzi di tortura a non finire, dai nomi più impronunciabili tipo “leg press”, “Leg abductor”, “crunch” ed altri ancor più inquietanti.
Scelgo un innocuo tapis roulant ed altri piccoli attrezzi che ricordo di aver già visto, o nei miei incubi o nel mio passato di “palestrata” in gioventù.

wp_20160912_12_02_44_pro

wp_20160912_12_02_48_pro

In circa un’ora di sudore e lacrime, il display mi annuncia che ho bruciato sì e no 100 calorie, manco la colazione in pratica.
Una delusione atroce che vado ad affogare nella doccia, dove, ma che ve lo dico a fare?, mi cadono gli occhiali e devo cercarli a tentoni in giro, perdo il badge, ecc…
Nei due giorni successivi sono un po’ migliorata, vi saprò dire dell’evoluzione della mia “rinascita”…

Stay tuned!
🙂

Comments
  1. Federica | Rispondi

Rispondi a Paola Siragna Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *